Gran Canaria che simpatizza per il mondo gay

Se la Spagna è diventata sempre più gay friendly negli ultimi anni , Gran Canaria non fa eccezione! Poche ore di volo bastano per arrivare dal vecchio continente al continente in miniatura, che merita questo impegnativo appellativo per l’incredibile varietà di microclimi e di paesaggi concentrati su un’isola magica e paradisiaca. Alloggi, spiagge, divertimenti e attrazioni, pensate per la comunità lgbt, disponibili tutto l’anno, giorno e notte… Ma scopriamole insieme.

Eventi

Un’incredibile lista di eventi e feste di ogni tipo, in tutte le stagioni. C’è lo sport con l’LGBT Open, il primo torneo gay per gli amanti del tennis dal 9 all’11 ottobre e contemporaneamente, dal 10 al 18 ottobre, ci si può scatenare con qualcosa di decisamente più trasgressivo: la Maspalomas Fetish Week, appuntamento annuale per i leather’s lovers ricco di feste trasgressive e pool party. Per chi non riesce ad aspettare la bella stagione per celebrare il Pride Gran Canaria offre il Maspalomas Winter Pride nella seconda settimana di novembre: ovviamente a maggio si fa il bis! Infine il Bear Carnival dal 7 al 14 marzo. Ma anche durante il tradizionale carnevale di Las Palmas a febbraio ci si può divertire: il clima gay friendly favorisce feste scatenate fino all’alba e sontuose sfilate di Drag Queen.

Luoghi

Innanzitutto la spiaggia Playa del Inglés col chiosco numero sette è il centro del turismo diurno gay, con le sue dune di sabbia fine e chiarissima si affaccia sul blu dell’oceano, offre bar e lettini e consente di praticare il nudismo…imperdibile! E poi, poco lontano dalla spiaggia, uno dei centri gay più importanti d’Europa, lo Yumbo Center, un centro commerciale davvero particolare e caratteristico: di giorno caotico e variopinto suk dei nostri giorni, dove ai tradizionali negozi e ristoranti si alternano ambulanti e bancarelle, di notte caleidoscopico centro del divertimento con discoteche e serate per tutti i gusti, dalle situazioni più ironiche e spensierate a quelle più hot e trasgressive.
Se il sud è certamente più internazionalmente famoso per la vita gay, anche al nord i locali non mancano e l’atmosfera è accogliente e friendly. Per chi vuole assaporare il gusto di un centro più grande, ricco di storia e architetture interessanti, Las Palmas è l’ideale. El Portillo è la spiaggia per chi vuole praticare il nudismo, mentre nella piazza principale di Las Palmas, Parque Santa Catelina, è possibile iniziare una serata bevendo una birra in locali come il Metro o il Nuevo Rio per terminarla in una disco come il Miau o l’Area.

Pernottare.

In generale molto difficilmente a Gran Canaria si fronteggeranno atteggiamenti omofobi o intolleranti. Chi vuole potrà comunque facilmente trovare resort, hotel e bungalow pensati appositamente per una clientela esclusivamente gay: un ottimo modo per conoscerci più in fretta e fare amicizia o trovare l’amore, più o meno fugace. Ma anche chi l’amore l’ha già trovato può scegliere Gran Canaria: l’isola si sta infatti proponendo come meta matrimoniale, per celebrare la festa o godersi una meritata luna di miele. In Italia si deve ancora aspettare, ma si può sempre partire con l’idea di trovare il chico della propria vita…

Commenta Qui sotto

commenti